EN

Securities & Clearing

L’European Banking Authority ha stimato che la crisi finanziaria abbia creato un bisogno di rafforzamento patrimoniale pari a circa 100 miliardi di euro. Questo dato ha costretto le Autorità monetarie a ripensare completamente il contesto nell’ambito del quale le banche, oggi, svolgono la loro attività creditizia. Esiste quindi la forte esigenza di una gestione efficiente delle garanzie.

 

Per evitare nuove crisi finanziarie e monetarie di impatto sistemico a livello globale, la comunità finanziaria ha imposto che i sistemi di pagamento al dettaglio e all’ingrosso evolvano privilegiando lo sviluppo di forme di mercato garantite da titoli.

Le attuali modalità di gestione delle garanzie, mostrano inefficienze interne (cioè legate al modello di business specifico di ciascun attore di mercato) ed esterne (cioè determinate dai mercati e delle piattaforme). Queste inefficienze sono stimate in circa 4 miliardi di euro all’anno, di cui, circa il 10%, provenienti da processi di over-collateralisation cioè dall’utilizzo di più garanzie di quante effettivamente necessarie.

Per questo, la Commissione Europea e la Banca Centrale Europea mirano a creare le condizioni ottimali per un mercato quanto più efficiente e trasparente possibile, in grado di assicurare la pronta liquidabilità di strumenti finanziari rappresentati da titoli. Con questo obiettivo sono state concepite rispettivamente MIFID I e II, EMIR, CSD Regulation e PSD.  Tali normative assicurano la costituzione di un mercato unico europeo degli strumenti finanziari, che passa per l’armonizzazione regolamentare delle quattro fasi principali delle operazioni in titoli (negoziazione, compensazione, regolamento titoli e regolamento cash).

La revisione di Basilea II e III, SEPA (un efficiente sistema dei pagamenti al dettaglio), TARGET 2 (pagamenti all’ingrosso), CCBM (un sistema di trasferimento e di gestione delle garanzie a supporto delle attività di pagamento) e, infine, TARGET 2-Securities o T2S (un sistema di regolamento titoli integrato con il mondo dei pagamenti all’ingrosso e capace di assicurare la necessaria liquidità al mercato), possono essere considerate come le colonne portanti del sistema di pagamenti europeo. Tutti questi nuovi sistemi impattano significativamente sule iniziative di banche, imprese di investimento, banche centrali, depositari centrali nazionali o mercati.

Tradizionalmente, ogni operatore bancario poteva pianificare autonomamente i propri interventi organizzativi e i conseguenti investimenti. Tali interventi risultavano quindi personalizzati per ogni banca. Il nuovo contesto normativo, invece, richiede cambiamenti obbligatori, che devono essere implementati in una finestra temporale che si sta sempre più stringendo.


APPROFONDIMENTI

Transaction Banking & Securities

Central Counterparty Clearing Reduces Market Risk

A Central Counterparty Clearing (CCP) interposes itself as legal counterparty to both sides of transactions in a market. Contracts are entered into bilaterally and then transferred by [...]

READ MORE

Transaction Banking & Securities

EU Launches New Short Selling Regulation

Since the 2008, amid the financial market turmoil, numerous countries imposed short selling bans to limit market bets on EU listed shares or bonds that caused falling [...]

READ MORE

Transaction Banking & Securities

The Impact Of T2S Is About To Reshape Securities And Payments Industries In Europe

The financial crisis of the first years of the new millennium pushed national and international financial and monetary Authorities to re-think the payments and securities settlement context. [...]

READ MORE

Be. All rights reserved ©